Un Europeo di Leoni: fuga dai cacciatori

By
Updated: Agosto 8, 2014
Luigi Sterpone, autore della metà contro la Francia si sottopone alle cure della fisioterapista

Luigi Sterpone, autore della metà contro la Francia si sottopone alle cure della fisioterapista

Hashtag del giorno: #stepbystep

Finalmente il gran giorno è arrivato: sveglia, colazione, preparazione della borsa… oggi si gioca per la nazionale! Prendendo spunto dalle grandi nazionali, i ragazzi si sono diretti ai campi da gioco facendo una bella camminata pre-riscaldamento in modo tale da tenere tonica la muscolatura e tenere concentrata la mente su questa impegnativa prima giornata. Arrivati al campo la squadra si prepara e inizia il riscaldamenteo per la partita d’esordio contro la Francia: combattivi come non mai si entra in campo contro la Francia come veri Leoni perchè, come tali, piegano la testa solo davanti ad una leonessa.

 

Italia-Francia 1-12

Capitan Spado vince il sorteggio e ci permette di mettere subito pressione alla difesa francese che non sembra così registrata. Anche noi però non siamo in grande vena offensiva e non riusciamo a pungere i galletti a dovere. Purtroppo i francesi prendono in mano la partita dai primi minuti e si portano in men che non si dica sul 4-0. Da qui gli azzurri decidono di iniziare a giocare e ne nasce un primo tempo combattuto dove i ragazzi tengono testa ai maestri transalpini. Il secondo tempo parte fotocopia del primo, dove gli azzurri stentano a trovare la giocata vincente in attacco, e i francesi, mostrando un gioco spumeggiante, riescono ad infilarsi nella nostra difesa. Dopo vari assalti però i galletti subisco la segnatura italiana ad opera di Luigi Sterpone, alias “Gigi”, che finalizza una splendida azione corale all’ala che chiude la partita.

 

Italia-Galles 1-15

I gallesi giocano in casa e, oltre ad avere i favori del pronostico, hanno anche il tifo dei locali e dell’intero vicinato dalla loro. Fattori che caricano a mille i dragoni e che invece spaesano gli azzurri per tutto il primo tempo. Dopo una strigliata da parte dell’allenatore nell’intervallo e dopo aver accantonato una buona dose di nervosismo, la Mens riprende a macinare il proprio gioco, schiacciando per alcuni tratti la squadra gallese nella propria metà campo. Daje che ti ridaje, anche i locali devono subire la segnatura italiana con una azione “semi-pseudo-fantasy conclusa magistralmente dal capitano in persona.

 

Alla fine della giornata i ragazzi, che hanno seguito e hanno tifato per tutte le nazionali italiane quando non erano impegnati in campo, e la dirigenza possono ritenersi soddisfatti: già dal primo giorno si sono visti dei miglioramenti nel gioco e nei movimenti. Da domani iniziarenno ad esserci le partite decisive, quelle che potranno determinare la nostra crescita di squadra. Come premio di giornata i ragazzi si concendo un bagno tra le onde gelide e rigenerati dell’oceano: altro che bagni di ghiacchio!

A domani e un sorriso

Valentina e Diego

Approfondimenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.