“Un tocco di Temesa” – Festa dello Sport Video + commento + foto

By
Updated: Luglio 27, 2010


Malgrado i tempi strettissimi, il primo Touch-raduno tutto meridionale, organizzato al meglio dagli amici della Temesa Rugby Touch in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Amantea, è risultato una autentica festa dello Sport più che un Torneo.

Pubblico prima alla spicciolata, incuriosito, poi man mano fattosi numeroso ed attratto dalla “novità” del Touch, la gradita presenza di personalità locali della politica, del sociale, della cultura, l’interesse degli sportivi veri ben lieti di quanto si andava sviluppando sul prato del Comunale, eccezionalmente concesso alla palla ovale, un insieme di fattori insomma che ha fatto di questo Torneo un evento di chiaro ed evidente successo.

Cinque squadre, tre calabresi (Temesa, Catanzaro e Cosenza), due pugliesi (Foggia e Delfini Erranti di Taranto), per queste ultime tanti e tanti chilometri pur di non mancare, uomini ma anche non poche donne di tutte le età, insieme, a galoppare sul campo con impegno ma soprattutto con tanta allegria e amore per lo Sport, quello vero.

L’esito tecnico parla in favore delle due squadre calabresi Cas Catanzaro e Scuola rugby Cosenza (alle quali basterà solo correggere un pò la tipica veemenza di chi viene dal rugby ed un graduale migliore apprendimento del regolamento ufficiale FIT per proporsi già da ora ad un livello più che buono di competitività), ma l’atmosfera del tutto amichevole ed il calar della sera – le squadre più lontane dovevano immediatamente rientrare alla base – ha consigliato di non andare oltre il 3-3 del confronto finale diretto lasciando alla storia, da tutti ben accetto, un salomonico pareggio. A seguire Delfini, Foggia ed i padroni di casa della Temesa.
Le tradizionali festose premiazioni con i graditi doni per tutti hanno chiuso la manifestazione.

Chi ha avuto la fortuna di potersi fermare (i Temesa ed una parte della squadra tarantina) ha potuto invece godere anche una serata di tangibile amicizia e a tratti esilarante all’Habanero di Amantea.
Con una puntatina nella mattinata del lunedì al museo archeologico di Serra, patrimonio inestimabile da conoscere, ammirare, ricordare e raccontare.

Un sincero grazie agli amici di Amantea e di Serra d’Ajello per l’impegno profuso e per la calorosa accoglienza nonchè per la scoperta degli incanti unici del centro storico e degli stupendi panorami di questo felice lembo di Calabria baciato dal mare. W il Touch anche a Sud!

Approfondimenti

4 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.