Bollettino da Jersey – Giorno 2

By
Updated: luglio 9, 2016

Dagli Arbitri

Arrivati al secondo giorno. La giornata si presenta calda. Sembra che io non abbia fatto la mia cavolata del giorno: sarà di buon auspicio per domani oppure mi toccherà farne due in un giorno, proprio il giorno più importante per noi arbitri? Vedremo!

Oggi ultimo giorno da minorenne per Tommaso, domani ci divertiremo con questo nuovo maggiorenne!
Ci sono state assegnate tre partite a testa, per Tommaso due SMX (Jersey – Francia e Inghilterra – Francia) e una M30-35 (Galles – Francia 35).
Sembra stia conquistando molta considerazione da parte del gruppo e dei coach, soprattutto per l’entusiasmo che mette in campo. Purtroppo sono riuscito a vederlo all’opera solo una volta oggi, peccato.

Per quanto mi riguarda invece un Francia 30 – Francia 35, un Middle East – Guernsey MXO e infine la WO Scozia – Germania.
Vedendole così, al mattino, sembrava quasi una giornata transitoria nella quale avrei potuto focalizzarmi sulle mie capacità e sui singoli suggerimenti che avrei ricevuto di volta in volta dai coach e invece…direi che è stata una luuunga giornata. Soprattutto per la parita delle ragazze alla fine! Santo cielo se corrono ste ragazze! Alla fine, autobus pubblico in ritardo, sembrava quasi di essere in Italia, e dritti dritti a cena ad ingozzarmi. Abbiamo bruciato oggi.

Domani vediamo di dare il massimo, tutti e due!

Ciao!
Steva


Mens Open

The rotter’s club

Sotto un cielo tutt’altro che plumbeo e con una frizzante brezzolina i ragazzi della Men Open si apprestano, alle prime ore della mattina, a varcare i campi per la seconda giornata di gioco.

Italia-Belgio 10-8

Ci presentiamo al match con un riscaldamento soft e con la testa un po’troppo leggera. E’una partita dove facciamo tutto noi, sia nel bene che nel male: alterniamo dei micidiali attacchi a delle difese un po’troppo allegre. Questo porta ad avere i diavoli rossi sempre nella nostra scia e soffrire fino all’ultimo ma riusciamo a portare a casa la vittoria.

Italia-Guernsey 7-8

Il campanello d’allarme col Belgio non ci ha aperto completamente gli occhi e con la seconda isola della Manica la gara diventa molto tirata e molto maschia. Il tasso tecnico da entrambe le parte non è dei miglori e nel marasma generale della partita stavolta sono gli azzurri a soccombere e a rammaricarsi per questa bruciante sconfitta

Italia-Francia 6-10

I galletti sono in lizza per giocare per le parti nobili della classifica quindi iniziano la partita sferzando attacchi ficcanti e difese aggressive. Però noi abbiamo cambiato atteggiamento rispetto alla mattinata e finalmente gli occhi della tigre s’illuminano e rispondiamo colpo su colpo, facendo così soffrire i blue. Riusciamo anche a riacciuffare lo svantaggio ma negli ultimi 5 minuti emerge la superiorità fisica dei transalpini che ci condannano ad una sconfitta molto più che onorevole!

Domani avremo due partite con avversari come Galles e Lussemburgo!

Un saluto e un sorriso

Valentina e Diego

 


Womens Open

Venerdi, giorno 2 e due sono anche le partite da giocare. La prima è contro la Scozia che sulla carta dovrebbe essere la squadra più abbordabile tra le britanniche. Entriamo in campo pensando di potercela giocare alla pari ma già dalle prime battute l’intensità di gioco imposta dalle nostre avversarie ci toglie ossigeno e lucidità. Con i sei tocchi a disposizione riusciamo con fatica a guadagnare i 20 metri di attacco per organizzare movimenti incisivi. Le nostre avversarie viceversa riescono ad incunearsi profondamente nella nostra difesa e in alcuni casi riescono addirittura a rompere la nostra linea, penetrando in area di meta per segnare. L’impressione è che la superiorità delle scozzesi sia più mentale che tecnico e atletica ma tant’è. Chiudiamo sul 7 a 0 con un pizzico di rammarico per non essere mai veramente entrati in partita.

Nel pomeriggio ci aspetta il Belgio, pretendente come noi ad un posto al sole nella classifica della seconda fascia.
Questa volta le ragazze sono più determinate e, grazie anche ai maggiori spazi concessi da una difesa imperfetta, riusciamo finalmente ad esprimere il nostro gioco e a finalizzare con discreta continuità le azioni di attacco. nel secondo tempo la stanchezza si fa sentire ma le  ragazze dimostrano di avere un grande cuore  e non mollano, registrando al termine della partita il positivo risultato di 6 a 4.
Il programmato festino serale è rinviato; le ragazze sono stanche e la sveglia per il giorno 3 è alle 6.00. Buonanotte dall’isola di Jersey
Diego Tramontin
La giornata della WO raccontata dal TM Riccardo Ronzoni

Un’altra giornata di sole oggi sulla manica. Le belle italiane si presentano al campo con un solo obiettivo: fare bene.
Primo avversario della giornata è la Scozia. Coach Tramontin cerca di tenere le sue calme e rilassate ma la caratura dell’avversario lascia serpeggiare un certo nervosismo tra le nostre compagini. Le scozzesi giocano duro e le nostre subiscono un po. La difesa regge bene per i primi 10 minuti poi, complice una meta è qualche incomprensione, le ragazze vanno in palla concedendo alle algide scozzesi qualche spazio di troppo. I primi 20 minuti vedono un parziale di 3-0 per la Scozia. La musica nel secondo tempo non cambia. Le nostre avversarie dimostrano doti atletiche superiori che non consentono alle nostre azzurre (ormai un po in pappa) di reagire a dovere. La partita si conclude con un immeritato 7-0.

La pausa é lunga e lascia alle italiane tutto il tempo di resettare la partita storta della mattina.

La seconda e ultima partita della giornata ci vede contrapposti alle ragazze del Belgio. C’è sete di riscatto e bisogno di punti per la classifica. Le ragazze, dopo essere passate dalle sapienti mani della brava Alessia (la miracolosa fisioterapista ndr), iniziano un lungo e graduale riscaldamento. Tattiche e giocate vengono rifinite, le ragazze trovano il ritmo gara e coach Tramontin da le ultime direttive.
La furia azzurra si abbatte sulle malcapitate belga. Sangiuolo raccoglie un pallone all’ala e schiaccia. Poco dopo Garcia sfrutta lo squarcio creato da un bel drive per schiacciare tra i due mediani. È il turno di Marianna che con la classica diagonale brucia mediano link e ala avversarie per schiacciare nell’angolino. Le belga provano ad alzare la testa ma arriva Gaia Colombo che con un dump da cineteca schiaccia sulla riga. Una Vizzuso ispirata tenta in più riprese l’assalto alla meta belga mancando di poco l’obiettivo. Giulia Colombo non è da meno: manovra e porta su palla, serve palloni di qualità ma…le manca un po di fortuna e qualche occasione. Il primo tempo (ed in parte le speranze delle avversarie) si chiude con una meta della sempre spettacolare Giulz Sottocornola che si esibisce in un tuffo a pesce degno di Flipper il delfino. Dopo venti minuti la partita é già quasi chiusa. Le ragazze forse un po troppo cariche prendono l’avversario sottogamba subendo subito meta dopo 5 minuti dalla ripresa. Scendono in campo le specialiste del settore. La compagine veneta fa vedere i denti: l’asse Scaranello-Rizzoli suona la carica e le avversarie che spesso non hanno nemmeno il tempo di capire da dove stiano arrivando le azzurre. Tania Saviane, dopo un primo tempo tutto in attacco, va a caccia nel secondo. Esce letteralmente a cannone sulle malcapitate belga che in più di un’occasione la giunonica alpaghese fa schioccare come delle nacchere. Elisa Lucchi non ha perso lo smalto e continua (vedi riassunto giorno 1) a farsi vedere sopratutto in difesa. Segue le orme della Saviane e va a caccia di palloni nei territori avversari. Chiude la compagine veneta (si Elisa, lo so che non sei veneta ma da come menavi oggi sembrava….) la rivelazione di questa partita: super Paoletta Vecchione. Arrivata timidamente a Jersey ha mostrato subito a tutti di che pasta è fatta. Cresciuta molto in fase offensiva ha dato prova di vero talento sulla difesa: esce imbattuta dopo 80 minuti e porta a casa di contro un bel numero di scalpi.
La seconda frazione vede una meta a testa e si chiude con un meritato 6-2 che pone le basi per un possibile (anche se difficile) 5º posto nella classifica generale.

PAGELLE
Simona Simo Scaranello voto 9: non segna ma fa segnare. Sempre pronta alle sportelliste non si sottrae mai e porta avanti tanti palloni.
Marianna Mari Ronzoni voto 9+: tanta grinta in attacco e in difesa. Tanto cuore premiato da una meta da cineteca.
Elisa Eli Lucchi voto 9: se giocasse in attacco come gioca in difesa sarebbe nell’Olimpo del touch. Una garanzia in difesa…adesso aspettiamo la meta!!
Alessandra Ale Sangiuolo: voto 9,5 se ne torna a casa con 2 belle mete. Navetta instancabile é sempre pronta quando la si chiama in causa. Killer!
Gaia Gaia Colombo: voto 9+ un po nervosa sulla prima partita sa superare il problema alla grande e si “sbocca” con una meta che lascia le avversarie di stucco. Buona attitudine in difesa.
Giulia Giulz Sottocornola voto 9+ : finta ipnotica e corsa random le sue armi principali. Bene in attacco soffre un pochino la fase difensiva. Si guadagna un + per la bella meta
Anna Annina Rizzoli voto 9: sacrificio e dedizione. Bene in attacco fa diventare una roccaforte la nostra area di meta. Inespugnabile!!
Giulia Vendetta Colombo voto 9: centrale di razza oggi non trova la meta. Tra le poche a mantenere il self control nella prima partita con la Scozia si fa vedere tanto in attacco quanto in difesa. Cattiveria e cinismo!
Tania Capitania Saviane voto 10: per me oggi MVP. Entra in campo con le caviglie sfasciate ma nonostante questo tira fuori un partitone da annali. Sopperisce a qualche svista tecnica con una grinta degna di Mike Tyson all’apice della carriera.
Barbara Barbie Garcia voto 9+: grande giornata anche per lei. Lotta come un leone e fa vedere i denti quando serve. trova una bella meta per coronare la bella prestazione di oggi.
Paola Paolina Vecchione voto 9,5: che grinta! 80 minuti senza cambio e un ritmo partita da professionista. Le manca la meta ma si concede la super difesa con urlo in faccia all’avversaria. molto bene!
Marica Maki Vizzuso voto 9: in periodo di grazia. Una prima frazione in pappa la fa risorgere nella seconda partita dove mostra doti atletiche e fisiche degne di link più blasonati. Una caviglia girata la manda in doccia anzitempo.
Marie Marie Pratz voto grazie: aiuta me e le ragazze sostenendole dal box. Ci vediamo domenica in Campo!
Alessia: voto 10+ mani di fata e pazienza infinita ha scrocchiato, stirato, scotchato e aggiustato le nostre ragazze che anche grazie a lei riescono a dare sempre il 110%.
Diego Piovra Tramontin voto 10. Paziente preciso e sempre sul pezzo sta guidando con sapienza e perizia le ragazze in questo europeo. Unica nota: basta parlare con gli arbitri!!!!

 

Approfondimenti

  • Bollettino da Jersey – Giorno 1Bollettino da Jersey – Giorno 1 (0)
    Dagli Arbitri Primo giorno di torneo anche per gli arbitri. Tre partite per tutti e due. Per Tommaso: M40 Inghilterra-Jersey, WO Paesi […]
  • Risultati e statistiche – Giorno 2Risultati e statistiche – Giorno 2 (0)
    © Riccardo Ronzoni Mens Open - Giorno 2 Mete Italia - Belgio: Golinelli, Agostini 2, Bonanomi, Corno 2, Corcetto, Allaria […]
  • Bollettino da Jersey – Giorno 3Bollettino da Jersey – Giorno 3 (0)
    Dagli Arbitri Siamo al terzo giorno, è il giorno in cui si tirano le fila di ciò che si è fatto e cosa non si è fatto. Ancora tre […]
  • Bollettino da Jersey – Giorno 4Bollettino da Jersey – Giorno 4 (0)
    Dagli Arbitri Dopo 3 giorni di inusuale bel tempo, il meteo non promette bene. La sveglia è anticipata, alle 7 bisogna aver fatto […]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *