San Patrick's day Match, ovvero, PARTITA del giorno di SAN PATRIZIO

By
Updated: Marzo 18, 2010
San Patrick’s day Match, ovvero, PARTITA del giorno di SAN PATRIZIO
HELLO KITTY vs  INGLORIOUS  BASTARDS    6-1

Nel giorno di S. Patrizio, il Rugby Touch Club Dolcè, ha deciso di creare due squadre e affrontarsi con grande sportività e aggressività sul campo di Volargne. Sul campo interno degli HOGSKINS, si sono affrontate per la prima volta, e si spera che non sia nemmeno l’ultima, la tanto temibile formazione degli "HELLO KITTY", capitanata dal giovane Dan Eightfields e gli scatenati "INGLORIOUS BASTARDS" capitanati da Mark Fridge. Le formazioni erano così composte:
     HELLO KITTY:                             
5. Alexander Bigchaste
4. Dan Eightfields (c)
3. Frederic Beatty (6. Nicholas McOffice)
2. David Honeydewes (3. Frederic Beatty)
1. Alex Seed
     INGLORIOUS BASTARDS:
5. Andrew Dark
4. Mark Fridge (c)
3. Steven Fromwidows
2. Manuel Baptist
1. John Flour 
ARBITRI: McOffice, Beatty, Honeydews
METE: Seed (HK), Bigchaste (HK), Beatty (HK), Fridge (IB), Eightfields (HK), Bigchaste(HK), Mcoffice (HK).
Man Of the Match: Mark Fridge
Controlli Antidoping: Andrew Dark, Mark Fridge.
       La partita tra le due formazioni è stata molto tirata: sia l’eroina giapponese che il manipolo di soldati americani non ci stavano a perdere e dopo 2 minuti di perfetta parità è arrivata la meta del vantaggio marcata Alex Seed; da quel momento ha avuto modo di prendere largo la squadra "in rosa" e alla fine del primo tempo il punteggio era sul 3a0 per gli "HELLO KITTY". Ad inizio secondo tempo, come preso da ispirazione divina, il capitano Mark Fridge sfrutta un varco creato tra gli avversari, attraverso un’abile doppia finta e scattando gli ultimi 6 metri realizza la meta del 3a1, la meta che potrebbe riaprire la partita. 
Ma la gattina non ci stà e alza il ritmo. 
Dal tre a uno si passa al 4a1 e successivamente al 5a1 realizzato dal capitano di giornata.
Sul 5a1 da segnalare un’errore arbitrale del terzo arbitro di serata, Honeydews, che annulla una meta per "in avanti" del neo entrato McOffice.
Alla fine però proprio colui che ha aperto il valzer dei touchdowns, consegna la palla per l’ultima meta nelle mani di  McOffice, che chiude così il match con il punteggio di 6a1.
Man of The Match, scelto dalla stampa di mezzo mondo e anche non, Mark Fridge, che ha spronato la sua squadra nel momento del bisogno; premio San Patrizio e tutti i Santi del Paradiso a Andrew Dark per l’imprecazione che ha regalato ai presenti durante la fase di riscaldamento e durante un’azione molto accesa. Da sottolineare durante il Terzo Tempo un’inaspettato Andrew Dark astemio e un’ottima birra servita ai giocatori che hanno così apprezzato al meglio l’eccellente pasta del Lele, servita alla Birrreria "THE CAVE" di Ceraino.
L’appuntamento è quindi per l’anno prossimo, in cui gli Inglorious Bastards sfideranno gli Hello Kitty ancora una volta, per avere la meglio e conquistare il tanto agognato "NON-TROFEO" (perchè di fatto, un trofeo non c’è!!!).

RUGBY & PEARA’

PS! spero di esser scusato dai lettori per le mie libere traduzioni inglesi dei cognomi dei giocatori; chiunque volesse sapere a chi corrispondono i cognomi, dove non è chiaro, può contattatarmi. 

Approfondimenti