1° Trofeo Gamba de Legn

By
Updated: Aprile 9, 2013

di Diego Calanni e Giorgio Canil

I finalisti del 1° Trofeo Gamba de Legn

I finalisti del 1° Trofeo Gamba de Legn

 

Domenica 7 aprile 2013 a Pozzo d’Adda (MI) si è svolto il 1° Trofeo Gamba de Legn di Touch. Si è trattato di un torneo open mix valevole per il campionato nazionale di ItaliaTouch, a cui hanno partecipato dieci squadre: i Campioni d’Italia in carica di Verona, i vicecampioni Bandiga Rovigo, i quarti classificati 2012 Brianza Toucherz, e poi i Leprotti Torino, Tokodenoka di Romano d’Ezzelino, gli storici Modena Touch, i “nuovi” TurtleIn Touch sempre di Modena, Tucanò Monza, International Park Touchers Milano e infine gli organizzatori dell’evento Dragoni Milano Touch.

Dopo qualche goccia di pioggia la mattina presto, il cielo ha tenuto e tutta la giornata si è svolta all’asciutto, con anche qualche squarcio di sole nel pomeriggio che è addirittura costato qualche leggera scottatura agli intrepidi touchers! Temperatura piuttosto fresca.

Il nome del torneo rimanda all’antica tranvia che un secolo fa collegava Milano con i comuni circostanti, tra cui anche Pozzo, e che era appunto denominata “Gamba de Legn”.
Il torneo era strutturato in due gironi all’italiana di cinque squadre, con semifinali e finali, più finali di consolazione per la parte bassa della classifica.

I due gironi vedevano da un lato i Leprotti Torino, i Bandiga, i Tokodenoka, i Dragoni e i Park, dall’altro Verona, Brianza, Modena, TurtleIn e Tucanò, e hanno visto prevalere senza grossi problemi Leprotti e Bandiga da un lato, Verona e Brianza dall’altro.

Risultati

I risultati delle fasi finali sono stati i seguenti:

FINALE 9°-10° POSTO:

International Park Touchers b. Tucanò   6 – 5 al drop off

FINALE 7°-8° POSTO:

Dragoni b. TurtleIn  5 – 2

FINALE 5°-6° POSTO:

Tokodenoka b. Modena   6 – 3

SEMIFINALE 1:

Leprotti b. Brianza  4 – 3 al drop off

SEMIFINALE 2:

Verona b. Bandiga  6 – 4

FINALE 3°-4° POSTO

Bandiga b. Brianza  4 – 1

FINALE 1°- 2° POSTO:

Verona b. Leprotti 5-4

Tutte le partite delle fasi finali sono state spettacolari e molto equilibrate, basti pensare ai vari drop off giocati e al fatto che Verona ha battuto Torino nella finalissima con una meta giunta a soli 30” dal termine dell’incontro.

Al termine, tutte le squadre sono state dovutamente premiate. Ai primi classificati è andata la Coppa celebrativa che, trattandosi del Trofeo Gamba de Legn, non poteva che essere… di legno!!
Ma il premio più speciale è andato alla squadra classificata ultima ma con tanto onore, i Tucanò Monza, che si sono aggiudicati una vera… gamba! (vabbè, vera, insomma…): si sono impegnati a metterla in palio al prossimo torneo e farne il nostro “cucchiaio di legno”.

Premi speciali

Sono stati anche premiati:

– per il touch spirit, i Brianza Toucherz

– Miglior Giocatore: Stefano “Bonji” Bonanomi dei Brianza

– Miglior Giocatrice: Elisabetta “Betta” Allaria dei Dragoni

Tra i premi offerti a tutte le squadre, vogliamo ricordare il gustosissimo taleggio del Formaggiaio Angelo Fasoli di Casaletto Ceredano (CR), e la birra speciale Dragoni Touch (courtesy Paolo Mascheroni), con tanto di etichetta personalizzata (by Stefano Saggioro)!!!

Terzo tempo

Il terzo tempo è iniziato subito dopo le premiazioni e per fortuna anche molti tra coloro che venivano da più lontano sono riusciti a partecipare: naturalmente, si è trattato di un aperitivo “alla milanese”!

Grandi elogi a tutte le squadre presenti, a chi ha fatto un sacco di strada pur di esserci, a chi venendo da vicino ha portato tanti giocatori, a chi appena costituito ha voluto comunque esserci, a chi non ha risparmiato una goccia di sudore, ovvero praticamente tutti!!!
Una lode speciale alle due ragazze dei Leprotti, arrivate alla finalissima senza cambi, giocando tutte le partite… e segnando anche nella finale!!! BRAVE!!!

I Dragoni ringraziano tutti i partecipanti, tutti coloro che hanno aiutato nell’organizzazione, il Comune di Pozzo d’Adda per la grande disponibilità, ma soprattutto il Gran Cerimoniere nonché tuttofare Diego Calanni, senza cui tutto questo non sarebbe stato possibile.

Alla prossima!

 

Galleria d’immagini

Approfondimenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *