Colorno, Campionato Italiano di Touch 2012: vince Verona

By
Updated: Ottobre 1, 2012

I vincitori del campionato italiano touch 2012

Si sono concluse ieri le finali nazionali di Touch, dopo due giorni di dure lotte tra le squadre partecipanti. Le dodici formazioni presenti al centro sportivo del Rugby Colorno, che ha ospitato l’evento, …

… hanno dato il via alle danze sabato 29 alle 10,00, scontrandosi sotto una pioggia torrenziale, per ottenere un buon piazzamento alla fine del primo giorno. Le squadre sono state divise in due gironi A e B composti da sei squadre ciascuno: Bandiga, Brianza, Orange, Modena, Tokodenoka e Dragoni, Torino, TGI style, Verona, Dolcè, Mastini e Decima Regio.
Al termine del prima giornata è stata evidente la predominanza delle grandi favorite: Bandiga,  Verona e dei campioni in carica dell’Orange, rispetto alle avversarie che hanno pagato una maggiore inesperienza.

Ieri è stato il momento della verità e a disputarsi le finali sono state Orange, Brianza, Bandiga e Verona. Tutte le formazioni hanno risentito del carico di lavoro accumulato nella giornata di sabato, senza contare che quasi tutti sono da poco tornati a casa dagli Europei di Touch durante i quali hanno ben figurato.
La gara per il quarto e terzo posto è stata combattuta fino alla fine, gli Orange e il Brianza si sono tenuti testa vicendevolmente, lasciando l’incontro sul filo del rasoio fino alla fine, ma poi i campioni in carica hanno dovuto cedere il passo al Brianza che si è aggiudicato il podio.

A seguire è stato il momento della finale per il primo posto, in campo si sono affrontati gli ormai storici Bandiga da Rovigo e il Verona. Il primo tempo è stato dominato dal Verona che ha messo a segno due mete  lasciando a bocca asciutta gli avversari, che nella ripresa hanno reagito andando a segno. Tuttavia ciò non è stato sufficiente, i rodigini subendo altre due mete dal Verona hanno definitivamente visto sfumare la possibilità di vittoria. Il Verona si è così meritatamente conquistato la vittoria del Campionato Italiano di Touch 2012, consapevole di dover affrontare in futuro nuove formazioni molto competitive.

da SportParma.com

 

Approfondimenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *